I vantaggi della presenza su LinkedIn della nostra azienda.


linkedinCon le lezioni di OFF abbiamo sviluppato e presentato la nostra business idea, magari abbiamo già costituito la nostra azienda, anche con poche centinaia di euro, grazie alla recente normativa sulle start up. Adesso la nostra creatura è nata, ma, perché cresca sana e robusta, occorre farla conoscere a potenziali clienti, collaboratori e finanziatori.


Indispensabile il sito Web, ma non sarebbe ancora meglio se fosse presente in un social network con 150 milioni di utenti in tutto il mondo?


 No, non mi riferisco a Facebook o a Twitter, ma a LinkedIn, la più grande piattaforma di business-networking, nata nel 2003 e quotata in borsa dal 2011.




LinkedIn: Istruzioni per l'uso


Fantastico, ma quanto costa? Gratis per la maggior parte delle funzionalità che possono interessare chi vuole raccontare la sua azienda al mondo; un canone di abbonamento è richiesto per accedere ad applicazioni di ricerca particolarmente sofisticate.


Benissimo, ma sarà complicato iscriversi? Bastano pochi dati personali e l’indirizzo email per registrarsi come utente individuale; per inserire la nostra azienda, alcuni altri passaggi:


1. Cliccare su Aziende in alto nella nostra home page


2. Cliccare sul link Aggiungi un’azienda nella parte in alto a destra della pagina


3. Inserire il nome dell’azienda e l’indirizzo email professionale


4. Cliccare su Continua e inserire le informazioni sulla nostra azienda.



Le informazioni sull’azienda si dividono in quattro sezioni: panoramica, carriera, prodotti e servizi e statistiche.


Nella panoramica racconteremo a chi legge perché “ la nostra azienda è speciale”: non solo logo e breve descrizione, ma competenze specifiche e punti di forza.


Prima di scrivere, dobbiamo chiederci chi è il nostro cliente/collaboratore/finanziatore target e che cosa cerca: in base alle risposte che avremo trovato, potremo modulare il nostro profilo che terremo costantemente aggiornato nei dati di base ( sede, recapiti, sito web, numero dipendenti…).


Nello spazio carriera ci saranno i profili dei nostri dipendenti, che incoraggeremo ad aderire a Linkedin, in modo che anche all’esterno si possa conoscere come è composta la nostra squadra vincente! Potremo anche inserirci ricerche di personale, attraverso annunci di lavoro mirati.


Prodotti e servizi sarà la vera e propria vetrina dell’azienda, per mostrare la nostra offerta anche con video e banner ed arricchirla con le raccomandazioni degli utenti.


In statistiche potremo conoscere numero e tipologia di visitatori delle nostre pagine.


Il profilo della nostra azienda adesso è completo: quello che occorre ora è creare interesse e generare business, attraverso nuovi contatti e diffondendo il brand, ottenendo quello che si definisce engagement virale.


Possiamo cominciare chiedendo ad amici, ex-colleghi, dipendenti, clienti, fornitori… di “seguire” la nostra pagina, importando anche i contatti del client di posta elettronica.


Assolutamente consigliabile è utilizzare le applicazioni di Linkedin per sincronizzare il profilo aziendale con l’account Twitter o Facebook e viceversa.


Importante è anche aderire a gruppi che trattino argomenti connessi al nostro settore e partecipare attivamente alle conversazioni, per far risaltare il know-how dell’azienda, rispondendo con soluzioni originali anche alle domande inserite dagli utenti.


Si può decidere anche di promuovere eventi (ad esempio la partecipazione ad una fiera) nella sezione dedicata, diramando inviti ai propri contatti, così come condividere in slideshare le presentazioni dei prodotti.


La nostra azienda adesso è veramente pronta a farsi cercare e a farsi trovare: no limits.


Per ulteriori approfondimenti sulla guida di LinkedIn vi consigliamo questo link.