Crowdfunding: un’alternativa?


Il crowdfunding è un metodo di finanziamento innovativo che permette di condividere su siti specializzati delle idee di business o progetti online e raccogliere fondi per la loro realizzazione tramite le offerte libere degli internauti. Su alcune piattaforme più evolute i finanziamenti ai progetti vengono sbloccati solo se raggiungono la quota che si erano prefissati per la realizzazione, altrimenti vengono restituiti al donatore.



La rete si sta dimostrando essere una valida alternativa agli intermediari classici che fanno incontrare domanda e offerta di finanziamenti, tuttavia, il livello di sofisticatezza raggiunto dalle piattaforme non è ancora tale da poter veramente discriminare tra buoni e cattivi progetti attraverso l’analisi tecnico-finanziaria dei business plan e il rischio di vedere i propri soldi sparire senza sapere dove sono finiti è ancora molto concreto. Inoltre, trattandosi di offerte libere, le somme raccolte sono raramente elevate (nell’ordine di migliaia di euro) e richiedono un certo tempo per essere raggiunte. In definitiva, sebbene nel mercato USA il crowdfunding abbia ormai un successo strepitoso per l’alto tasso di viralità che lo contraddistingue, in Italia i canali classici continuano ad avere la precedenza.

Il Settore Pubblico


Anche il Settore Pubblico gioca un ruolo di primo piano nel finanziamento di giovani business e PMI. I fondi statali o regionali sono stanziati prevalentemente per lo sviluppo del territorio e la creazione di nuovi posti i lavoro. I fondi pubblici – corroborati da quelli della politiche di coesione europee – tendono a concentrarsi in particolar modo nelle zone a basso sviluppo con lo scopo di costituire uno stimolante per l’economia, tuttavia, bandi di concorso stanno nascendo in quasi tutte le regioni d’Italia. Spesso l’attività di finanziamento si coniuga all’erogazione di altri servizi come consulenze online su fisco, diritto del lavoro, brevetti, ambiente, sicurezza e informazioni sempre aggiornate sui percorsi di accesso al credito o ai capitali di rischio.



Corporate


Per amor di completezza, si può aggiungere che anche grandi aziende industriali o commerciali già affermate nel loro settore sono pronte a investire in innovazione per guadagnarsi uno spazio di manovra in mercati nuovi o in rami in crescita del loro mercato. In questo potrebbero influire molto contatti personali e una certa specializzazione dell’idea.