Microsoft lancia finalmente la sua nuova creatura. Si chiama So.cl e si legge “social”.


A primo acchito può sembrare un concorrente dei già noti Twitter, Facebook, Google +, ma in realtà questa piattaforma rivendica la propria identità e si scosta da competizioni e parallelismi.

Il lancio è stato discreto e sottotono, uno stile molto lontano dalle chiassose e pubblicizzate trovate della compagnia di Zuckerberg.

Niente condivisioni di stati, link, o immagini. So.cl approda laddove Facebook era nato: l’università.

Ciò che So.cl si propone è di creare una piattaforma in cui studenti e professori possano condividere, conoscenze, passioni e competenze.

So.cl

Il layout e la grafica sono accattivanti e, attraverso l’utilizzo di strumenti come Scoop.it (www.scoop.it) o Searcheeze, si rifanno comunque al principio di content curation.

So.cl offre anche la possibilità di connettere persone attraverso filtri tematici, ovvero suggerire possibili persone da seguire sulla base di interessi comuni.

Ma il nucleo centrale su cui si fonda questo universo è la condivisione multimediale.

I video non sono più condivisi solo tra utenti online, ma vanno a formare vere e proprie playlist per argomento.

L’e-learning così si rivisita e scala le top ten come se fosse una nota canzone del momento.

Le informazioni e i link, si legge nel sito, saranno visibili non solo dagli altri utenti So.cl ma anche da terze parti. In particolare, i tecnici di Microsft hanno dichiarato che useranno queste informazioni per migliorare il proprio motore di ricerca (Bing) e i propri prodotti.

Uscito dai FuSe Labs il progetto è stato testato inizialmente nelle università di Washington, Syracuse e New York.

Cosa si aspetta Microsoft dal futuro?


Difficile dirlo. Non è escluso che So.cl abbandoni la sua dimensione universitaria e scolastica per approdare ad un bacino di utenza più ampio, ma per il momento si preferisce giocare la carta del basso profilo.

D’altronde, ciò che rende So.cl innovativo nel suo genere è proprio l’attenzione verso un mondo ancora inesplorato o che comunque non trova piena soddisfazione dalle realtà già esistenti.

Selezionare la mission è importante e Microsoft lo sa bene. La compagnia considera So.Cl “più un esperimento sociale” e invita gli utenti a non dimenticare comunque piattaforme più generiche.

Sicuramente a So.cl va il merito di aver portato nella dimensione dei social network un modo nuovo e divertente di imparare.

Quindi che aspettate?

Aprite anche voi il vostro account!