Editorially è uno spazio di scrittura on line in cui lavorare facilmente e in tempo reale con il tuo team


Che tu faccia parte di un'azienda o di una startup è probabile che non tutte le persone del tuo gruppo di lavoro abitino nella tua stessa città o lavorino nel tuo ufficio.

A questo proposito, quante volte ti è capitato di inviare decine di email per condividere un documento con il tuo team di lavoro e di riceverne altrettante prima di arrivare alla versione definitiva?  Risultato: casella di posta piena e tanta confusione.

C'è chi per ovviare al problema utilizza Google Docs, che ti consente di creare on line un documento,condividerlo e modificarlo con altri.

Ma da oggi c'è un nuovo strumento di scrittura che facilita la collaborazione: Editorially.

"...è un ambiente di scrittura collaborativa che incoraggia la condivisione e la discussione di lavoro con gli altri"



Editorially


E' una startup fondata da Mandy Brown che vuole rendere il più semplice ed efficace possibile creare e modificare contenuti scritti, destinati alla pubblicazione digitale. Il software è stato progettato da veterani del settore dell'editoria digitale. Editorially- ancora in versione beta- non è uno strumento di pubblicazione, ma di editing e puoi scrivere in  Markdown.

"concentrati sulle parole e non sulla presentazione.."



Che cos'è il Markdown


Un linguaggio di markup (come l’HTML) -creato da John Gruber e Aaron Swartz- che permette a bloggers e writers di ogni genere di scrivere in maniera veloce i loro testi, attraverso una sintassi davvero ridotta all’osso (non per questo meno efficace), per poi convertirli velocemente in un testo (X)HTML pronto per essere utilizzato, ma senza la paura di dimenticare di chiudere un tag o altre perdite di tempo inutili ( definizione tratta da qui )

".. conta le parole e i caratteri.."


editoriallyImmagina di dover pubblicare un contenuto sul sito della tua startup o un articolo sul tuo blog. Puoi importare un documento oppure scriverlo direttamente su Editorially, invitare il tuo team- tramite indirizzo email- per modificare e commentare i contenuti fino ad arrivare alla versione definitiva.

E poi? E poi con un click potrai:

1) esportare il documento in formato Word, Htlm, Markdown,etc.. e inviarlo a chiunque tu voglia;

2) caricarlo su Wordpress per poi pubblicarlo sul tuo sito/blog ( è possibile collegarsi a WordPress.com e a WordPress.org);

3) archiviarlo su Dropbox

Al momento non ci sono altri modi per pubblicare i file, ma a breve ci saranno opzioni aggiuntive.

Valore aggiunto: facilità di collaborazione


La particolarità di Editorially consiste proprio nella facilità di collaborazione.

Quando si invita qualcuno si ha la possibilità di renderlo un revisore o un redattore. I revisori possono leggere e commentare il documento, ma non modificare, mentre i redattori possono leggere, commentare, e modificare. È possibile cambiare il ruolo di qualcuno in ogni momento oppure rimuoverlo dal documento.

I redattori possono modificare i contenuti e creare di conseguenza una nuova versione del documento. Ogni versione rimarrà nella cronologia. In aggiunta è possibile, per entrambe le figure, chattare, commentare in tempo reale il documento sottolineando parti del testo.

Dicono che sia uno strumento ottimo per blogger e scrittori, voi cosa ne pensate?



Editorially from Editorially on Vimeo.