Flipboard presenta le novità dei  social network sotto forma di rivista virtuale


Flipboard è un'applicazione che auto genera contenuti rinvenienti dai vari social network impaginandoli sotto forma di magazine in cui è possibile vedere foto e riprodurre video.

Avete mai pensato al modo in cui fruiamo dei contenuti web siano essi i social network o informazioni provenienti da siti o blog vari?

Tempo fa per seguire i nostri siti preferiti e scoprire se c'erano aggiornamenti dovevamo collegarci al sito e più erano i siti a cui ci  appassionavamo più tempo si perdeva a saltare da uno all'altro.

FeedRSS e aggregatori


Poi una sigla e il realtivo logo hano iniziato a comparire nei diversi blog: seguici con i  Feed RSS. Con questa tecnologia non siamo più noi a inseguire le notizie ma sono le notizie a venire da noi. Sono comparsi gli aggregatori ossia programmi o applicazioni Web che raccolgono contenuti web come titoli di notiziari, blog, podcast, e vlog in un unico spazio per una consultazione facilitata.

Gli aggregatori riducono il tempo e gli sforzi necessari per seguire regolarmente aggiornamenti di un sito web e permettono di creare uno spazio di informazione unico, in pratica un "notiziario personale."

I primi lettori RSS reader avevano una interfaccia davvero essenziale ma dopo poco, siti come netvibes hanno cambiato il modo di fruire delle notizie trasformando le interfacce con un look sempre più simile a vere e proprie riviste virtuali.



 

Flipboard


Quando pensavamo di avere visto tutto, ipad e in particolare una applicazione chiamata Flipboard hanno cambiato di nuovo tutto.

Flipboard fornisce una esperienza completamente  nuova nella fruizione di contenuti sociali infatti aggrega le attività sui vari social network e le presenta sotto forma di una rivista virtuale.



L’applicazione auto genera contenuti selezionati da Fecebook, Twitter, e molti altri blog o siti via RSS presentandoli impaginati all’interno di una rivista che ricorda un periodico patinato, da poter sfogliare con un dito, e che, rispetto a un comune magazine, consente di espandere il testo, visualizzare le gallerie fotografiche e riprodurre i video.

In più, il design è semplice, essenziale ed esteticamente più piacevole e ordinato delle home di Facebook e di Twitter. Insomma, con Flipboard si comincia ad immaginare un nuovo modo di accedere al web sociale: è una sorta di aggregatore di news simile a Pulse, ma in chiave più personale e social.



 

In un momento in cui l'editoria elettronica si sta interrogando sulla sua reale efficacia e sta facendo i conti tra costi e benfici, Flipboard si appresta a diventare una delle applicazioni più scaricate.

Visto che il formato è lo stesso la differenza sta quindi nei contenuti?   Siamo forse stanchi di contenuti proposti da altri e prefreiamo quelli sceglierli da noi tra le cose che riguardano noi e i nostri amici?