Aumenta le tue vendite con Instagram


Se si pensa ad una quindicina di anni fa, per avere una campagna pubblicitaria di successo, in grado di raggiungere qualunque persona, occorreva avere un attore famoso oppure un set paesaggistico eccezionale oppure un team di esperti di grafica in grado di poter creare eccezionali effetti speciali. Oggi attraverso la combinazione di un semplice sistema di filtri fotografici e la corretta compilazione di tags è possibile raggiungere un vastissimo numero di persone.

Instagram: da app a canale pubblicitario


Questo mix speciale si realizza attraverso un'applicazione che si chiama Instagram: nata nei primi mesi del 2010 per migliorare le fotografie scattate con smartphone, adesso è un servizio di social network  che conta 150 milioni di utenti attivi al mese e 16 miliardi di foto condivise (fonte www.isayweb.com) e sta diventando un canale pubblicitario. Prima di esser un veicolo di immagini, anche a scopo pubblicitario, Instagram nacque come filtro per migliorare la qualità delle foto, che infatti appaiono in formato quadrangolare in omaggio alla Polaroid.

Ci sono tutti gli strumenti per far apparire al meglio le immagini, tanto che alcuni filtri- come ad esempio “Nashville”- attraggono più utenti di altri. Utilizzare una serie di filtri oppure diverse intensità di luce permette a chiunque- dal piccolo utente al titolare di una piccola impresa- di poter mostrare le sue abilità in maniera diretta e con un notevole risparmio economico rispetto ad una campagna pubblicitaria standard: consente all'osservatore di vivere una piccola esperienza, sia essa un momento di vita comune che una serie di fasi che portano alla creazione del prodotto finito, come ad esempio nell'ambito dell'industria culinaria.

Marketing esperienziale


instagramQuesto è l'approccio del cosiddetto marketing esperienziale: le aziende infatti diventano “fornitori” di emozioni ed esperienze. Oramai a creare valore non concorre solo il prodotto in sé, ma anche l'esperienza che permette di vivere. Uno degli account più attivi nel mondo di Instagram è quello di Starbucks, con oltre 1,5 milioni di follower, i loro scatti appartengono alla categoria del “food porn”: scatti alimentari e golosi. Ci sono scatti di immagini da dietro le quinte, svelate dove nascono i prodotti, oppure in location molto particolari o in un luoghi di particolare valore artistico. Instagram come strumento di vendita L'utilizzo di Instagram per aumentare le proprie vendite, non solo nell'e-commerce, è molto frequente in particolare nei paesi arabi: esistono account che si occupano di manga e altri che hanno dato vita ad un'attività di grande successo promuovendo la vendita di pecore (@sheeps_sell)

I Tag


L'altro concetto importante alla base di una buona riuscita del proprio account instagram è l'uso corretto dei tag: sono fondamentali. Il tag è una parola chiave associato a un'informazione, ad un'immagine, che descrive l'oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni sulla base di parole chiave.

Nel caso di Instagram non è sufficiente pubblicare contenuti interessanti, è necessario anche utilizzare in maniera corretta i tag. Per esempio se si pubblica la foto di un piatto in un ristorante vegetariano, nei campi dell'informazione della foto non basterà solo l'indicazione geografica, ma anche il tag #vegetariano o #vegetarian, ciò permetterà a chiunque faccia una ricerca con una delle parole inserite nella didascalia di vedere la foto e conoscere il posto dove essa è stata scattata.

 

In conclusione basta uno smartphone o un tablet, una serie di scatti significativi del prodotto finito e alcuni rappresentativi del lavoro che c'è dietro, la scelta dei filtri più appropriati, individuare quali sono i tag più adatti all'immagine e chiunque sia in contatto con noi- oppure faccia una ricerca per tag- vedrà apparire la fotografia tra i risultati senza dover esser interrotto dalla pubblicità durante un film!