Youmove.me: muoversi dal punto A al punto B sembra la cosa più facile del mondo


Quante volte ci è capitato di dover andare in un'altra città e cercare in siti diversi gli orari del treno, dei mezzi pubblici e i sistemi di bike sharing a quelli di car pooling?Da oggi potrete raccogliere tutte queste informazioni con molta facilità grazie a Youmove.me!

Youmove,me è una startup milanese composta da Simone Lini, 22 anni, una laurea in Economia Aziendale e Management alla Bocconi ed esperienze tra Australia e Stati Uniti, e da altri cinque giovanissimi collaboratori: tre ingegneri informatici, Thomas Rossi, Michele Festini e Xu Zongque, e due grafici visuali, Matteo Lo Manto e Fabian Niederkofler.

Youmove

Per conoscere meglio questa startup abbiamo intervistato Simone Lini. Ecco le domande che gli abbiamo rivolto:

1 Come è nata l'idea di realizzare Youmove.me?


Eravamo partiti con un progetto di carpooling, Easygoing, col quale avevamo vinto una borsa di studio per la summer school di Mind The Bridge, a San Francisco. Poi, abbiamo pensato che nessuno vuole usare per forza il carpooling: le persone vogliono trovare il modo migliore per arrivare da un punto all'altro. Abbiamo così pensato di realizzare una sorta di motore di ricerca dei trasporti, in grado di dare in ogni momento la migliore combinazione di mezzi tradizionali (treno,a aereo, autobus…) e innovativi (carpooling, carsharing, bikesharing…) per portare l'utente dove vuole.

 2 Qual è il target di riferimento e quale bisogno della clientela avete intenzione di soddisfare?


Diciamo che io sia a Milano in via Mercanti e voglia trovare il modo migliore per arrivare in via Condotti a Roma. Qual è il modo migliore per arrivarci? Treno o aereo? Come arrivo alla stazione o all'aeroporto? E fino alla destinazione? Quali sono i costi? Al momento i dati sono online, ma sparsi tra diversi siti e l'utente perde troppo tempo per rispondere a queste domande.

I parametri demografici rispecchiano da vicino quelli degli utenti degli smartphone, con una concentrazione su chi vive nelle aree metropolitane.

 3 In cosa consiste la vostra start up e qual è il business model ?


Youmove.me è in grado di aggregare dati sui mezzi di trasporto, sia che siano presenti in formato standard (es., GTFS, il formato di Google), che in formati "particolari" come PDF o XLS.

Li offre quindi agli utenti tramite una web app (gratuita) e a siti che vogliano mostrare ai propri clienti come raggiungere un luogo tramite un'API.

Le nostre principali fonti di ricavo sono l'API (chi la usa molto paga un "price per call") e l'inclusione a pagamento (es. siti di carpooling, taxi, NCC…). Per il futuro, crediamo molto nell'e-ticketing.

4 Che importanza riveste il team nello svolgimento delle vostre attività?


È fondamentale, la base di tutto. Abbiamo tre ingegneri informatici del Politecnico (Michele, Thomas e Xu) che hanno creato l'intera piattaforma, due designer (Matteo e Fabian), una community manager (Veronica) e il sottoscritto che si occupa di tutta la parte di business. Si tratta di un progetto ad elevatissima complessità tecnica, che non sarebbe fattibile senza sviluppatori di ottimo livello.

 5 Pensando al futuro, avete in cantiere altre attività per dare ulteriore slancio alla vostra start up?


Lanceremo nei prossimi giorni la private beta per Lombardia e Piemonte. Vogliamo testare la risposta dei primi utenti e raccogliere un primo seed round (dopo avere vinto lo scorso Novembre un grant da 25.000 euro), per assumere uno sviluppatore front-end, sviluppare app per iOS e Android e scalare la copertura geografica.

 

Grazie Simone Lini e in bocca al lupo per Youmove.me !